Estonia-Italia 1-2 : i commenti degli azzurri.

prandelli 2.jpgIeri sera la nuova Italia di Prandelli ha esordito ufficialmente nella prima partita di qualificazione alla fase finale dei campionati Europei 2012 vincendo a Tallin contro l’Estonia. Sotto per un gol a zero  l’Italia è riuscita a rimontare grazie ad un prodezza di Cassano ed uno di Bonucci al 60′ ed al 63′.

Questi i commenti degli azzurri:

CESARE PRANDELLI:

“E’ stata per me una forte emozione, anche perché nello spogliatoio i ragazzi erano sfiduciati: ho detto loro che potevamo vincere, abbiamo avuto una buona reazione. Ho chiesto più velocità, dal punto di vista della costruzione stavamo facendo bene. Sugli esterni potevamo rischiare, ma io ci credevo. Abbiamo sbagliato le palle inattive avversarie, ci siamo lasciati sorprendere. Cassano-Pazzini? Per ora sono loro ad avere più brillantezza.”

ANDREA PIRLO:

“Abbiamo sofferto le loro ripartenze, una squadra fisica, veloce e che si difendeva bene. La voglia di vincere è stata superiore a tutte le avversità e siamo contenti del risultato. Il lavoro al fianco di Montolivo e De Rossi? Era una delle prime volte, ci vorrà un po’ di tempo. La voglia di cominciare un nuovo ciclo c’è e di volerefar bene. Era importante vincere, da un po’ non ci riuscivamo. Cassano? E’ stato bravo a trovare il gol del pareggio. Un risultato utile volevamo la vittoria a tutti i costi. Con il tempo ci saranno partite migliori e faremo vedere un calcio migliore. Ci vorranno tre-quattro partite per trovare il meccanismo giusto e i sincronismi perfetti. Sono sicuro che faremo meglio. Sono soddisfatto della mia prestazione, era importante vincere. Cigarini mio erede? Lo conosco, un ottimo giocatore, lo è stato in questo gruppo. Siamo sicuri che farà bene, potrà crescere bene.”

LEONARDO BONUCCI:

“Ho fatto un movimento sul primo palo a bloccare il capitano loro che era quello che poteva intervenire ed è stato bravo Antonio ad essere reattivo e metterla dentro. Io sono un difensore e voglio essere giudicato per questo, ma quando si segna è sempre una gioia ed in più è servito a vincere la partita e questo era l’importante: cominciare bene per poi continuare. Antonio è un fuoriclasse ed ha questi colpi. Io ero lì pronto al tap in. La palla mi ha battuto addosso e sono stato veloce a metterla dentro. Abbiamo preso gol su palla ferma, siamo stati poco reattivi a scattare e a coprire il nostro portiere. Ma queste sono situazioni che possono accadere. Però, poi, siamo stati bravi nel secondo tempo a chiudere su tutte le loro iniziative. Forse con un po’ di concentrazione in più queste cose si possono evitare.”

RICCARDO MONTOLIVO:

“La cosa più importante era vincere e ci siamo riusciti e senza giri di parole si concentra su quel che veramente serviva: la vittoria. Nel primo tempo abbiamo giocato anche meglio del secondo, eppure abbiamo preso il gol e la partita è diventata difficile. Siamo riusciti a vincere grazie a due calci piazzati, ma negli spogliatoi eravamo convinti di poter riprendere la partita perché in fondo ci avevano fatto gol al primo tiro in porta. Siamo tornati in campo convinti della rimonta. A fine partita il mister era contento per la vittoria e per noi, adesso pensiamo a martedì. Sappiamo che dobbiamo migliorare in tante cose, ma si è visto un buon fraseggio. Insieme abbiamo giocato poco e quindi mi sembra difficile fare un’analisi dettagliata, credo che stasera sia andata bene. Cassano stasera ha fatto la differenza, facendo un gol e un assist, siamo contenti per lui.”

SALVATORE SIRIGU:

“Sono contentissimo per la vittoria, perché al di là delle prestazioni contavano i tre punti. Abbiamo fatto un’ottima partita concedendo pochissimo, abbiamo preso il gol e abbiamo reagito da grande squadra. Non era facile perché contro l’Italia tutti giocano al massimo e poi le condizioni di oggi non erano semplici. Le altre cose sono marginali, anche perché sono dell’idea che quando si prende gol bisogna analizzare tutto. Sulla punizione ho fatto un passo a sinistra, poi la palla ha avuto una direzione strana ed è andata a destra e istintivamente ho messo le mani, non ho visto il replay e non so se ho sbagliato la posizione, sicuramente potevo fare meglio, ma non c’è problema, l’importante è esaminare il tutto con tranquillità cercando di migliorarsi sempre.”

MATTIA CASSANI:

Non riuscivamo troppo a trovare Cassano, poi l’abbiamo fatto meglio: abbiamo tenuto il campo, senza concedere troppo. Dobbiamo ancora lavorare tanto per diventare una squadra vera. Cassano tra le linee può diventare davvero importante e decisivo.”

DANIELE DE ROSSI:

Abbiamo fatto una buona partita; siamo andati in svantaggi, non meritandolo. Il campo era pesante, pioveva, non c’erano condizioni ottimali, e poi l’avversario era preparato. Pensieri negativi? Fare due gol fuori casa in un tempo non era facile, avevamo un po’ di pressione. Però ce lo siamo detti, continuiamo a giocare così e possiamo vincere. Cassano? E’ il giocatore più talentuoso, oggi è stato decisivo. Distrazioni? Succede, anche la voglia di strafare ci portava ad andare all’arrembaggio. Ci servirà giocare di più insieme per migliorare.”

 

Estonia-Italia 1-2 : i commenti degli azzurri.ultima modifica: 2010-09-04T08:37:00+02:00da sud-africa2010
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento